ALLUCINAZIONE

Errore della coscienza che si produce quando appaiono rappresentazioni che, pur non essendo pervenute per via sensoriale, sono percepite fuori della coscienza e sperimentate come reali situazioni nel mondo, dotate di tutte le caratteristiche della percezione sensoriale.

La coscienza proietta impulsi, immagini, sull’apparato di ricezione – cioè sui sensi – che li interpreta erroneamente e li restituisce alla coscienza come fenomeni appartenenti al mondo esterno. In questo senso i fenomeni del sogno e del dormiveglia attivo sono di tipo allucinatorio.

Le allucinazioni vengono configurate dalla coscienza in base a dati di memoria. Nel livello di veglia esse appaiono in momenti di grande affaticamento, in occasione di certe malattie, nei casi di debolezza fisica, di pericolo di morte e di coscienza emozionata; tutte situazioni, queste, in cui la coscienza perde la facoltà di spostarsi nel tempo e nello spazio.

Nei casi di allucinazione è lo spazio di rappresentazione che si modifica, ed è proprio per questa modificazione che il soggetto confonde ciò che avviene all’interno di tale spazio con ciò che proviene dal mondo esterno.

Torna sù

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione in internet. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa.