POSSESSO.

(v. SOFFERENZA).

A) La sofferenza nel rapporto con il timore: il timore delle malattie, della solitudine, della morte; il timore è in rapporto con il ricordo, con la sensazione e con l’immaginazione. A sua volta, tutta questa struttura è in sé in intimo e fondamentale rapporto con il possesso: possesso di sé stessi, degli oggetti, delle altre persone. Si soffre anche per il fatto di non avere qualcosa, per il timore di perdere qualcosa che si ha o perché non si riesce ad ottenere qualcosa che si desidera; anche questi tipi di sofferenza hanno la loro radice nel possesso.

B) Il registro del possesso è in rapporto con la tensione; anzi la tensione ne è l’indicatore.

Torna sù

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione in internet. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa.