Il sistema di tensioni e le allegorie come scarica

Le immagini allegoriche, come tutte le immagini, tendono ad attivare i centri di risposta, o meglio, tendono a trasferire le cariche psichiche dalla coscienza ai centri affinché questi eseguano le risposte. Quando c’è un trasferimento di cariche di questo tipo e un’allegoria agisce su di un centro, si determina una manifestazione energetica.

Queste si manifestano all’esterno sottoforma di riso o pianto. Questi sono i mezzi più adeguati per l’ alleggerimento della tensione interna ma quando queste allegorie sorgono, tendono normalmente a svolgere una funzione di scarica, provocando il pianto, il riso o l’indignazione, in quanto sono molto significative per il soggetto che sta allegorizzando.

figura 148 – La mostrua desnuda. Careno. Museo del Prado Madrid. (Spagna)
figura 149 – La lavativa di E. Lucas, Cason del Buen Retiro, Museo del Prado Madrid. (Spagna)

Anche l’atto amoroso ed il confronto aggressivo svolgono questa funzione, e cioè di mobilizzare immagini che portano tensione ai centri per provocare la scarica corrispondente. Questo potenziale permette la mobilitazione dei centri verso il mondo.

E’ chiaro però che debbono esistere delle immagini perché ciò avvenga in maniera corretta. E’ per questo che le immagini, e più precisamente le immagini allegoriche che sono collegate a queste vie di scarica, sono per noi le più significative.

Per esempio: in una riunione di protocollo gli assistenti sono presentati in maniera cerimoniale, per nome e cognome, si menzionano titoli, ed i presenti si stringono le mani. In questa situazione, uno dei partecipanti invece di dare la mano da il piede… Questa strana risposta, che è accompagnata dall’esclamazione di alcuni, dalla collera di altri e dalle risate di altri ancora, in parte chiarisce come un sistema di tensioni si scarica per quelle vie (figure dal 148 al 154)

 

Questi elementi sono trattati con preferenza nelle allegorie, perché la loro presentazione plastica è adatta agli effetti della scarica di tensioni prodotte dagli impulsi interni.

Le allegorie sono “traduzioni” e riflessi degli impulsi interni, che tendono ad usare i canali di scarica menzionati, in relazione diretta con il clima emotivo che può o non può coincidere con la rappresentazione che l’accompagna.

Questo è il motivo per cui, durante il lavoro di interpretazione allegorica bisogna prestare attenzione al clima.

La determinazione del clima di un’allegoria, porta a comprendere il lavoro del sistema di tensioni alla sua radice (figure dal 155 al 157)

Torna sù

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione in internet. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa.