AMNESIA

Errore del lavoro della memoria (v. MEMORIA) che si produce quando l’evocazione di un dato risulta bloccata perché non si ha il registro di tale sensazione, giacché la sensazione del registro che corrisponde a questa frangia di memoria è stata influenzata da un altro tipo di sensazioni (per es. quelle dolorose che, rifiutate da tutta la struttura psichica, trascinano con sé tutto ciò che le accompagna. (v. OBLIO).

A volte, questi dati che non si possono evocare si esprimono nei livelli non vigilici. E’ dunque il meccanismo del dolore nell’impressione di un dato, ciò che prima o poi ne determina la scomparsa: tutto ciò che è stato impresso con dolore o viene dimenticato o viene evocato di nuovo nella coscienza, ma con i contenuti laterali trasformati.

Esistono diversi tipi di amnesia, tra i quali si distinguono gli anterogradi, i retrogradi e i retroanterogradi, tutti con riferimento a un fatto dato.

Torna sù

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione in internet. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa.