OBLIO.

E` l’impossibilità di portare alla coscienza dati già impressi.

E` dovuto ad un blocco della reminiscenza (v. REMINISCENZA) che impedisce la ricomparsa dell’informazione. A volte l’oblio include non solo un determinato dato, ma l’intera situazione in cui questo è stato impresso: tutto ciò che potrebbe suscitare il clima correlato a tale situazione rimane cancellato; addirittura vengono cancellate intere frange di memoria.

Esistono anche delle forme funzionali di oblio che impediscono la continua comparsa di ricordi; esse operano grazie a meccanismi di interregolazione che inibiscono un’apparato mentre ne sta funzionando un altro (v. AMNESIA).

Cancellare qualcosa dalla memoria è però solo una possibilità teorica perché è sperimentalmente dimostrabile che situazioni vissute e completamente dimenticate possono essere recuperate. Esistono pessimi sistemi di “cancellatura” che, per effetto chimico o elettrico, riescono a bloccare alcuni contenuti e ad inibire le risposte dei centri senza nessuna integrazione.

Torna sù

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione in internet. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la informativa estesa.